La FIVI è un’organizzazione senza scopo di lucro, che si propone di promuovere e tutelare la figura, il lavoro, gli interessi e le esigenze tecnico-economiche del vignaiolo indipendente italiano, inteso quale soggetto che attua il completo ciclo produttivo del vino, dalla coltivazione delle uve fino all’imbottigliamento ed alla commercializzazione del prodotto finale.

Possono presentare domanda di ammissione all’Associazione i soggetti, persone fisiche o giuridiche, in possesso delle caratteristiche stabilite dallo Statuto e dal Regolamento di Ammissione approvati dall’Assemblea il 7 luglio 2021.

 

LEGGI IL REGOLAMENTO DI AMMISSIONE DEI SOCI

 

QUOTA ASSOCIATIVA

La quota associativa ai sensi dello Statuto è formulata secondo criteri di equità e proporzionalità.

Gli Associati che posseggono fino a 5 ettari pagano una quota fissa annuale di 75 euro.

Per coloro che posseggono una superficie vitata superiore ai 5 ettari, ai 75 euro di quota fissa si aggiunge un costo di 13 euro per ogni ettaro che superi i 5 inclusi nella quota base.

Esempio – La quota associativa per un vignaiolo che possiede 10 ettari si calcolerà nel seguente modo: 75 euro di base + 13 euro x 5 ettari aggiuntivi. Risultato: 75+65= 140 euro.

IMPORTANTE: NON PAGARE PRIMA DI AVER RICEVUTO CONFERMA DI ESSERE STATI ACCETTATI COME SOCI!

Una volta che la vostra domanda sarà accettata riceverete un’email di conferma e sarà emessa la fattura elettronica.


Il Vignaiolo che volesse associarsi alla FIVI dovrà compilare il seguente form.

L’aspirante Associato dovrà indicare due presentatori che siano già Associati FIVI, appartenenti alla Delegazione Locale di riferimento (vedi qui l’elenco delle Delegazioni) o al medesimo territorio, in mancanza di una Delegazione Locale di riferimento.