Mercato 2013 – L’orgoglio di essere Vignaioli Indipendenti

Numero dei soci in aumento, dialogo costante con le istituzioni e un Mercato dei Vini con oltre 3.000 visitatori.
FIVI continua a crescere.

Domenica sera, 1 dicembre, si è chiusa a Piacenza la terza edizione del MERCATO DEI VINI DEI VIGNAIOLI INDIPENDENTI organizzato da FIVI – Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti insieme a Piacenza Expo, struttura fieristica della città. La due giorni dedicata al vino artigianale ha radunato oltre 240 piccole imprese vitivinicole, un terzo dei soci della Federazione, provenienti da 16 regioni italiane, oltre ad alcuni produttori europei ospiti.
I padiglioni della fiera piacentina si sono popolati di più di 3.300 visitatori fra appassionati, wine lover, e famiglie alla caccia di regali enoici per le feste in arrivo. Il trend positivo delle presenze si è registrato anche fra gli operatori del settore che quest’anno in particolare hanno fatto visita ai tavoli dei vignaioli. Per tutti c’è stata la possibilità di avere un contatto diretto con i produttori e di poter degustare, conversare, approfondire senza fretta e in maniera rilassata, grazie agli ampi spazi disponibili.

La Presidente FIVI, Matilde Poggi (Vignaiola in Veneto) esprime la soddisfazione dei vignaioli indipendenti e fa un bilancio dell’evento: “Ci siamo riuniti ancora una volta a Piacenza per il nostro Mercato. Lo abbiamo fatto in tantissimi, perché siamo orgogliosi della nostra identità di vignaioli che tuteliamo e difendiamo con energia, forti dei molti progressi fatti dal 2008 ad oggi. Mai così numerosi come quest’anno abbiamo scelto di essere qui per incontrare il pubblico, e per vendere il nostro vino, certo, ma in fondo per vendere un po’ noi stessi; perché dentro ogni bottiglia ci sono i sacrifici, l’impegno, le gioie, le fatiche e l’amore per il nostro lavoro. Viviamo ogni giorno in vigna e in cantina, curiamo la nostra terra e il nostro prodotto personalmente e lo portiamo in giro per il mondo a raccontare l’unicità del nostro territorio, di cui siamo consapevoli custodi. A FIVI aderiscono oggi oltre 750 piccole e medie imprese vitivinicole. Al di là del metodo produttivo, biodinamico, biologico o convenzionale, ci unisce un’identità forte, quella di essere uomini e donne legati in modo indissolubile al nostro territorio e desiderosi di diffonderne le tradizioni e la cultura.
Questa consapevolezza, di ciò che siamo e di ciò che rappresentiamo, ci rende orgogliosi di essere vignaioli indipendenti e rende la nostra Federazione una realtà ogni giorno più solida e ricca di contenuti.”

FIVI – Federazione Italiana dei Vignaioli Indipendenti
Attualmente sono 750 i produttori associati, da tutte le regioni italiane, per un totale di circa 7.500 ettari di vigneto, per una media di circa 10 ettari vitati per azienda agricola. 55 sono i milioni di bottiglie commercializzate e il fatturato totale supera 0,5 miliardi di euro, per un valore in termini di export di 202 milioni di euro. I 7.500 ettari di vigneto sono condotti per il 49 % in regime biologico/biodinamico, per il 10 % secondo i principi della lotta integrata e per il 41 % secondo la viticoltura convenzionale.

www.fivi.it
twitter:@vignaiolifivi
FaceBook:https://www.facebook.com/vignaioliindipendenti.fivi?ref=hl