I vignaioli indipendenti italiani premiano Lino Maga

Sabato 29 novembre, la 4ª edizione del Mercato dei vini dei vignaioli indipendenti di Piacenza si aprirà con la consegna del Premio “Romano Levi” a Lino Maga, ottantenne coraggioso vignaiolo dell’ Oltrepò pavese.

La 4ª edizione del MERCATO DEI VINI DEI VIGNAIOLI INDIPENDENTI aprirà i battenti sabato 29 novembre e proseguirà domenica 30 novembre, a PiacenzaExpo, quartiere fieristico adiacente il casello autostradale di Piacenza Sud. La manifestazione, organizzata da organizzata da FIVI – Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti e dalla Fiera di Piacenza, accoglierà ben 265 vignaioli da 19 regioni italiane.

Sabato 29 novembre, subito dopo l’apertura ufficiale del Mercato dei vini, alle ore 12.30, FIVI dedicherà un momento speciale alla consegna di un riconoscimento pensato come omaggio alla carriera e all’opera di custodia e promozione operate nell’arco di una vita da parte di un vignaiolo particolarmente significativo. Il Premio è intitolato a Romano Levi, famoso artigiano grappaiolo di Neive (Alba), e consiste in una targa incisa con una illustrazione appositamente creata da Piero Leddi, insieme ad una bottiglia di grappa Levi.

I vignaioli indipendenti italiani hanno deciso di assegnare questa prima edizione del Premio ad un loro collega che già ha varcato la soglia degli ottant’anni. Un vignaiolo che ha dedicato la vita alla custodia e alla promozione della sua terra, l’Oltrepò, attraverso la creazione di un vino, il Barbacarlo, che è divenuto simbolo di determinazione, di fierezza e del coraggio di credere nella propria vigna e nel proprio lavoro: LINO MAGA, vignaiolo di Broni (PV).

Questa la motivazione del Premio:

Lino Maga e il Barbacarlo. Una coppia, un binomio, in cui l’uno è il naturale premio all’altro. Insieme sono compendio di lavoro, determinazione, critica, intelligenza, fortuna e coraggio. Ogni anno, in ogni vendemmia, dagli Anni Cinquanta ad oggi, questa coppia è l’emblema del coraggio. Il coraggio di andare in vigna e coltivarla. Il coraggio di non vendere le uve ottenute e di lasciarle evolvere secondo natura. Il coraggio di comprare tappi buoni e bottiglie, riempirle e aspettare. Il coraggio di metterle sul mercato con un prezzo fatto semplicemente sul costo di produzione. Il coraggio di chiamare un vino con un nome che il mercato non bramava, ma che a un certo punto qualcuno ha tentato di usurpare. Il coraggio di rivendicare, comunicare, etichettare che Barbacarlo appartiene a quella particella catastale, a quella vigna; che il Barbacarlo sono al massimo 11.000 bottiglie. Mai di più. Mai sempre le stesse.
Lino Maga e il Barbacarlo sono l’essenza del coraggio. Lino Maga e il suo Barbacarlo sono il tempo, la voglia, l’energia, l’indispensabilità di difendere con forza uno, cinque, mille, cinquecentomila ettari di vigna, come atto dovuto nei confronti della società, a volte contro la società, perl’umanità. Lino Maga e il suo Barbacarlo: una coppia diversamente abile a produrre P.I.L. – prodotto interno lordo, ma da sempre unmodello per me vignaiolo italiano. Per noi vignaioli e italiani”.

Il Mercato dei vini proseguirà, dopo la cerimonia, con i banchi d’assaggio dei 265 vignaioli presenti e degli artigiani del cibo e con le degustazioni verticali in programma. Fino alla chiusura alle ore 19.30.

Il Mercato dei vini 2014 in breve:

Date: sabato 29 e domenica 30 novembre 2014
Luogo: PiacenzaExpo, quartiere fieristico che si trova all’uscita del casello di Piacenza Sud,
Orari: sabato dalle ore 12.30 alle 19.30. Domenica dalle ore 11 alle19
Servizio Navetta: da Stazione FFSS di Piacenza a Fiera di Piacenza e ritorno, per entrambe le giornate
Biglietto ingresso: Euro 15,00 calice degustazione e catalogo inclusi. Euro 10,00 associati AIS, FISAR, ONAV, SLOW FOOD che esibiranno tessera in corso di validità per l’anno 2014.
I minori di 18 anni non pagano il biglietto, possono entrare solo se accompagnati da un adulto–  Acquista biglietti per Mercato dei vini 2014